info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 14/04/2024

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

 

 

 

Pubblichiamo un intervento del consigliere comunale di Fratelli d'Italia a Pagani, Anna Rossa Sessa.

 

"E' passato qualche mese dal mio ingresso in Consiglio Comunale e credo che sia giunta l’ora di “confessare” …di fare “mea culpa” insomma e di assumermi tutte le responsabilità, senza mezzi termini, senza mezze misure…Il Sindaco mi accusa di essere una terrorista? Se essere terrorista significa fare un’opposizione senza sconti e senza mezze misure ad un Sindaco inadeguato ed incapace e ad un’amministrazione “che nulla sa e nulla fa”, beh, allora io sono una terrorista.

Se essere terrorista significa andare contro le bugie continue, contro l’ignavia, il vittimismo e lo scaricabarile quale sistemi di vita istituzionale, confesso ancora una volta: sono la più tremenda delle terroriste. Se essere terrorista significa farsi portavoce di un malcontento dilagante tra i cittadini perché il governo cittadino non riesce nemmeno a fare l’ordinaria amministrazione, perché non ha una programmazione seria su nessun tema di pubblico interesse come il Puc, il Mercato Ortofrutticolo o il Ciclo di gestione dei rifiuti, lo confesso ancora una volta: sono una terrorista. Se essere terrorista significa denunciare la mancanza di servizi, l’assenza di politiche sociali e culturali oppure essere ben lontani da accordi “sottobanco” tesi ad ipotecare il futuro della città, allora, non posso più nasconderlo: sono una terrorista. E in più anche “intenzionale” e “recidiva”.

Ma dico di più… Sono una terrorista con unica grande passione che si chiama Pagani, la mia città, la città in cui sono nata e cresciuta, la città che vivo quotidianamente, la città che amo e che non vorrei vedere soffrire come sta soffrendo. E anche se le proposte del mio gruppo tese allo sviluppo ed alla crescita continueranno ad essere bocciate dal Sindaco e dalla sua pseudo maggioranza “per partito preso”, perché provengono da Fratelli d’Italia e non da chi può garantire qualche poltrona o qualche candidatura in futuro, noi continueremo a farle, noi continueremo ad urlare le nostre idee alternative, la nostra idea “diversa” per Pagani, il nostro progetto di città. Siamo pronti anche ad alzare le barricate per non consentire a nessuno di continuare ad offendere ed a mortificare una città che ha bisogno di ben altro.

Pagani ha bisogno di un Sindaco con il coraggio di scegliere, con la capacità di assumersi le sue responsabilità. Pagani ha bisogno di un Sindaco che “faccia” e che “sappia”, di un Sindaco pronto a curarla (partendo dalla pulizia quotidiana delle strade), a difenderla, a tutelarla e ad amarla. Pagani ha bisogno di un Sindaco e di un’amministrazione che realizzino, che mettano in campo progetti di ampio respiro tesi al suo sviluppo economico, sociale e culturale. Pagani ha bisogno di un Sindaco e di un’amministrazione che lavorino per il benessere di tutti e non “degli amici degli amici”. Pagani ha bisogno di riacquistare la “speranza” che quest’amministrazione le ha tolto. Pagani non ha nulla da invidiare ai comuni limitrofi perché ha tutte le risorse territoriali, storiche e culturali per ricominciare a volare.

Pagani, io sono con te!