info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 02/02/2023

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Inchieste/695

Una bellissima soddisfazione per l'economia del comprensorio. La ciliegia di Bracigliano ha ottenuto dalla Commissione europea la denominazione Igp. La zona di produzione della «Ciliegia di Bracigliano» IGP comprende l'intero territorio dei seguenti comuni nelle province di Salerno e Avellino:

Provincia di Salerno: Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Castel San Giorgio, Cava de' Tirreni, Fisciano, Mercato San Severino, Pellezzano, Roccapiemonte, Siano;

Provincia di Avellino: Contrada, Forino, Montoro, Moschiano.

L'importanza economica e culturale della Ciliegia di Bracigliano per il territorio che storicamente la produce è stata testimoniata nel corso degli anni da numerose edizioni di fiere e di sagre, come ad esempio la Festa della Ciliegia di Bracigliano che si svolge annualmente dal 1999 e la parallela manifestazione che si svolge a Siano a partire dal 1997.

L'Associazione Nazionale «Città delle Ciliegie» svolge ogni anno la sua Festa Nazionale «Città delle Ciliegie» in località caratterizzate da produzioni cerasicole di eccellenza. A riconoscimento dell'alto valore qualitativo della Ciliegia di Bracigliano, la quinta Festa nazionale si è svolta appunto a Bracigliano dal 18 al 21 giugno 2009.

Più volte la Ciliegia di Bracigliano ha riportato lusinghieri successi in competizioni specialistiche nazionali. Basti citare che nel 2011 questo prodotto ha ottenuto dall'A.M.D.M.I. (Associazione dei Direttori di mercati ortofrutticoli all'ingrosso) la denominazione di «Migliore Ciliegia d'Italia».

L'area di produzione della Ciliegia di Bracigliano è ancora oggi considerata il «Paese delle ciliegie»; da sempre questi territori sono stati vocati a questo frutto, legando in modo indissolubile i luoghi con la ciliegia.

La ...

Continua a leggere

“Per rientrare al lavoro ho anche smesso di curarmi, ma non è bastato. Ieri l’azienda mi ha comunicato che mi manderà alla collegiale dell’Asl per poi dichiararmi inidonea al lavoro e licenziarmi. Purtroppo siamo tanti, soli contro un muro del pianto”. Non lontano da Milano c’è una multinazionale che fattura più di 300 milioni di euro l’anno. In fondo allo stabilimento c’è un magazzino e da lì risponde un’impiegata affetta da patologica cronica autoimmune in massima cura farmacologica. Ha esaurito i giorni di malattia a sua disposizione, ma quando chiede di tornare l’azienda da 1800 dipendenti risponde che la sua mansione “non è compatibile con lo smartworking“, che se proprio vuol tornare al suo posto, deve farlo in presenza. Solo che il suo posto non c’è più: al suo rientro non trova la scrivania, non ha un pc e neppure il badge che a lei, incontinente, eviterebbe di dover attravers...

Continua a leggere

Salute e benessere urbano. Questo il tema di una riflessione tra Armando Torno e Andrea Lenzi. Già un paio dei anni fa, a Nocera Inferiore, l'associazione aveva posto l'accento sulla centralità della questione salute. La testimonianza arriva anche da una serie dei pezzi pubblicati da Saleincorpo. E a proposito di questo Lorenzo Guarnaccia, commentando il post, scrive: "Nel 2020 abbiamo dato, nel nostro piccolo, il via a ragionamenti che vanno nella stessa direzione. Seguiremo con interesse ed entusiasmo questa iniziativa che ci inorgoglisce. FUTUR 🌻AMA piccola associazione locale continuerà su questa strada🌻".

 

La salute rafforza il sogno nella realtà.Nata da un accordo tra Unesco e Sapienza, la nuova UNESCO Chair, diretta da Andrea Lenzi del Dipartimento di Medicina Sperimentale, ha l’obiettivo di promuovere un sistema integrato di ricerca, training e informazione sul tema della salute e del benessere urbano. Oltre all’autocoscienza individuale, il dialogo tra l’editorialista Armando Torno, già responsabile delle pagine del Corriere della Sera, e Andrea Lenzi si propone di incentivare l’integrazione tra politiche pubbliche e programmi di livello nazionale e internazionale in merito alla salute nelle città, affinché la salute abbia la forza di portare il sogno alla luce.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel 1948 definiva la salute come “…uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente l’assenza di malattia e di infermità” e invitava i governi ad adoperarsi responsabilmente, attraverso un programma di educazione alla salute, al fine di promuovere uno stile di vita sano e di garantire ai cittadini un alto livello di benessere.

Continua a leggere

Era prevedibile e purtroppo sta accadendo. E' iniziato lo sperpero dei fondi del Pnrr. Lo spiega sul "Fatto", in questo bel reportage, Antonello Caporale. 

Discese ardite e che risalite! Cambio di passo, di gamba, di scena. Traiettorie fantastiche nell’altissima velocità ferroviaria che deve connettere Salerno con Reggio Calabria sotto la soglia delle 4 ore. Gallerie lunghe quanto tre tunnel della Manica, binari costosi quanto quattro Tav Torino-Lione. Per fare tutto e bene e presto, anzi prestissimo, il tragitto si allunga di 58 chilometri, producendo così una striscia di 434 chilometri. Progettati per puntare a sud di Salerno, i binari per una bella tratta si allargano ad est come per prendere la rincorsa, fregandosene della geografia. Superata la prima facile vallata, quella del fiume Sele, il super frecciarossa inizierà a correre in galleria. La meraviglia è che di buco in...

Continua a leggere

Cosentino e Cesaro

Il crepuscolo di un ex potente, potentissimo della stagione berlusconiana si è consumato pochi giorni fa in un’auletta dell’ufficio Gip di Torre Annunziata. Il rinvio a giudizio per corruzione di Luigi ‘a Purpetta’ Cesaro, imputato di aver ricevuto favori e una mazzetta di 10.000 euro dall’imprenditore in odore di camorra Adolfo Greco, per contribuire a spianare la strada del progetto di riqualificazione residenziale dell’ex Cirio di Castellammare di Stabia, segna forse il punto di non ritorno. Il suggello, che chiuderebbe la porta a eventuali ripensamenti, su un addio definivo alla politica. Addio che l’ex senatore peraltro aveva già annunciato rinunciando a qualsiasi tentativo di ricandidarsi alle ultime elezioni politiche.

All’udienza preliminare dei giorni scorsi, Cesaro ha vestito lo status di “detenuto per altra causa”. E’ ai domiciliari da ottobre, da quando ha perso le...

Continua a leggere

Un altro duro attacco alla sanità dell'Agro nocerino. La firma è quella della Regione. Come anticipato dal sito www.salernosanita.it è stata sospesa la rete ictus all’ospedale di Nocera Inferiore. Per quindici giorni al mese i neurologi e gli internisti dell’Umberto I sono alle prese con l’interdivisionale aiutandosi a vicenda e garantendo assistenza ai pazienti ricoverati. Tutto ciò per far fronte alla carenza di personale, cronica da anni, e all’attenzione della direzione sanitaria. 

Intanto, gli specialisti si ritrovano a seguire pazienti non del reparto di appartenenza, ma quello che preoccupa è la rete emergenziale garantita a macchia di leopardo. Come dire, bisogna essere fortunati anche per sapere quando, venuto l’ictus, in ospedale vi è il personale dedicato.

Ormai quello che si prospetta su scala provinciale è chiaro. Tutto ruota intorno a tre punti: rafforzar...

Continua a leggere