info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 08/08/2020

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Inchieste/390

Maria Rita Gismondo

Questo pezzo della virologa Maria Rita Gismondo è stato pubblicato sul Fatto di oggi.

 

Pensare e programmare il futuro è merito di pochi. L’Oms ha allertato e invitato più volte a prepararsi a una nuova pandemia. Ha creato il Pip, Pandemic influenza preparedness, in cui si legge che “l’implementazione di misure di risposta possono essere rafforzate con attività di preparazione avanzata”. Dal 2012 al 2019, ha potuto contare su un budget di quasi 200 milioni di dollari . Nel 2018 è stato pubblicato “Essential steps for developing or updating a national pandemic influenza preparedness plan” (“Passi essenziali per lo sviluppo e l’aggiornamento di un piano nazionale di preparazione a una pandemia influenzale”) che avvertiva: “Il mondo deve aspettarsi un’epidemia di influenza killer e anzi deve essere sempre vigile e preparato in modo tale da poter combattere la pandemia che sicuramente si verificherà”. Cosa è stato fatto in Italia? I governi che si sono alternati hanno via via nominato commissioni, senza arrivare a nessun risultato. La “Commissione interministeriale di valutazione in materia di biotecnologie”, come pubblicato sul sito del ministero della Salute, è stata istituita nel 2006. Sul sito è vuota la voce “Direttore Generale”, ma vengono elencati otto Uffici con diverse mansioni, fra le quali Piano sanitario nazionale e Piani di settore e Prevenzione delle malattie infettive. Il Cnbbsv (Comitato Nazionale per la Biosicurezza, Biotecnologie e Scienza della Vita) è un organismo di supporto del governo per l’elaborazione di linee di indirizzo scientifico, produttivo, di sicurezza sociale e di consulenza in ambito nazionale.

 

L’ultima riunione riportata è stata il 5 dicembre 2019 a Palazzo Chigi in occasione della Giornata Nazionale ...

Continua a leggere

Olga Savchenko

Si chiamava Olga Savchenko. Aveva solo 42 anni ed è stata stroncata da una emorragia cerebrale. Era nata in Russia, ma da anni viveva a Scafati. I parenti hanno autorizzato l'espianto di quegli organi che potrebbero salvare la vita a tanti essere umani.

Solo che qualche schifoso ha voluto infierire su Olga, toglierle i pochi oggetti di valore che aveva. In ospedale a Nocera sono spariti un cellulare, una catenina d’oro, due anelli, un bracciale e degli orecchini. Tutto era stato riposto in un armadietto. Tra questi monili c'era anche una medaglietta che aveva ricevuto dalla madre quando lasciò il suo paese. La notizia, pubblicata da Salvatore D'Angelo su la Città, lascia senza parole.

E' come se l'avessero massacrata nei suoi affetti più intimi, privata dei contatti con la terra dove era nata e cresciuta. Definirlo una bestia non ha senso. Gli animali hanno regole che ...

Continua a leggere

Giuseppe Canfora

I quotidiani parlano di una spaccatura nella maggioranza a Sarno. I fatti, nudi e crudi, sono questi. Il gruppo "Sarno in Movimento" (Emilia Esposito, Franco Robustelli e Renzo Bacarelli) ha indirizzato una dura nota al sindaco Giuseppe Canfora (Pd). Si legge: “In virtù degli ultimi avvenimenti a cui abbiamo assistito, non possiamo più deludere i tanti cittadini che rappresentiamo e che oggi ci chiedono di dare un nuovo impulso all'attività amministrativa. La storia di questo breve excursus di governo narra di una maggioranza cittadina che ha assunto una nuova forma. Se poi aggiungiamo gli ultimi eventi che hanno portato all'ufficializzazione delle dimissioni dell’assessore alla Cultura e alle Politiche sociali (Vincenzo Salerno), è d’obbligo chiedere un’attenta riflessione sull'attuale giunta. Siamo convinti che una rivisitazione dell’assetto amministrativo è d’obbligo ed è fondato su ragioni, fatti e circostanze concrete. C’è  una mancanza di confronto con l’esecutivo. A un anno dal voto non deve mancare l’entusiasmo dei giovani eletti. Vogliamo un cambio di rotta e riprendere il programma elettorale ognuno per le proprie competenze”. Inoltre il consigliere comunale Sergio Di Leva potrebbe lasciare il Pd. E nei giorni scorsi proprio il segretario cittadino dei dem, Francesco Severini, si era dimesso per motivi personali.

In realtà gli scossoni iniziano per fatti giudiziari. Il sindaco Canfora viene condannato a due anni per tentata concussione ed evita la sospensione grazie a una chiara lacuna della legge Severino. Non si dimette, cosa che avrebbe dovuto fare, ma va avanti come se nulla fosse. I prima malumori in maggioranza, però, ci sono. Poi arriva il caso "concorsopoli". Si scopre che il vicesindaco Roberto Robustelli e l'assessore Vicenzo Salerno avreb...

Continua a leggere

Giada Ferraioli è la presidentessa dell'Alnic.

 

Sono state allentate le restrizioni e così iniziamo ad avviarci verso un percorso di graduale e tanto atteso ritorno alla “normalità”. Andando in giro per le strade di ogni città in questi giorni è stato facile notare tanti assembramenti che in taluni casi, purtroppo, nemmeno le forze dell’ordine hanno potuto sciogliere.

C'è tanta voglia di ritornare a vivere, di riprendere per ognuno le proprie abitudini, di guardare al futuro con fiducia. C’è però una categoria che rimane indietro, ancora penalizzata e che sembra essere l'unica che alla cosiddetta normalità non può e non deve proprio tornare. È quella dei bambini e del loro meraviglioso mondo. Niente scuola, niente giostre, niente ludoteca, niente feste, niente amichetti, niente socialità. Ma fino a quando si potrà pensare di preservare i bambini togliendogli p...

Continua a leggere

Catello Maresca

Questo pezzo di Gianmaria Roberti è apparso oggi sul Quotidiano del Sud.

 

La tentazione del salto in politica è là, e lo inorgoglisce la crescente mobilitazione della società civile. Ma il pm Catello Maresca frena chi lo tira per la giacca, tra i politici in vena di endorsement. Un'onda anomala, proveniente anzitutto dal centrodestra, registrata negli ultimi giorni. E per la prima volta, il magistrato chiarisce il perimetro delle sue ambizioni politiche. Ambizioni, per adesso, solo virtuali. Senza aver sciolto la riserva, dirama un comunicato, a delimitare il campo. E come anticipato dal Quotidiano del Sud, delinea un progetto civico, quale condizione per l'eventuale discesa in campo.

«Devo constatare con grande soddisfazione che - afferma Maresca - attorno alla mia persona si sta formando una imponente mobilitazione civile.Ho provato, senza successo, a ringra...

Continua a leggere

Questo pezzo di Enrico Fierro è apparso oggi sul Fatto.

 

 

Caro Coen, come diceva il Principe de Curtis, sono uomo di mondo e ho pure fatto il militare a Cuneo. Quindi capisco che quando l’editore-padrone chiama, tu direttore rispondi. Soprattutto se il padrone è la Fiat. Che chiede un prestito più che agevolato di 6,3 miliardi, e qualcuno (finanche nel disastrato centrosinistra) protesta ricordano la storia delle società nei paradisi fiscali europei. Apriti cielo, perché subito scende in campo una nutrita pattuglia di commentatori, editorialisti, storici della domenica, per “ripristinare la verità”. Ovviamente la loro verità. Chi oggi attacca la Fiat (e a cascata tutti gli altri potentati finanziari) è un selvaggio, un assatanato luddista da indicare subito al pubblico ludibrio.

Ha scritto giorni fa Massimo Giannini, direttore de La Stampa: “Un’idea t...

Continua a leggere