info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 13/05/2021

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Inchieste/524

Al di là delle convulsioni passate e presenti del suo gruppo dirigente, il Pd ha comunque rappresentato e ancora rappresenta un riferimento per quei cittadini che si ispirano a valori democratici, progressisti, inclusivi, di uguaglianza e giustizia sociale. Si tratta di una circoscrizione idealmente più ampia di quella elettorale, una dimostrazione del fatto che esiste e il destino di questo partito coinvolge tutti coloro che si identificano con quei valori, al di là delle insoddisfazioni per come, spesso, sono tradotti in scelte politiche e rappresentati.

È su queste premesse che ci sentiamo nel dovere di lanciare pubblicamente un allarme che contrasti lo sfaldamento di un partito la cui dirigenza sembra ormai dirigere solo se stessa. E in più sbandando da ogni parte. Le improvvise dimissioni di Nicola Zingaretti (che sembra siano dovute a una reale esasperazione / disperazione personale), comunicate direttamente sui suoi social, e dunque annunciate a un pubblico indeterminato e generico, vengono motivate, cosa grave e inaudita, descrivendo i dirigenti personali del proprio partito come carrieristi e litigiosi, al punto che il segretario stesso dichiara di vergognarsene. Tali dimissioni anomale ci sembrano l'ultima occasione per indurre finalmente una rivolta della ragione o almeno della ragionevolezza, i cittadini.

La stessa ragionevolezza che si perse nel 2018 quando Matteo Renzi dopo aver portato il Pd al suo minimo storico si dimise senza abbandonare la politica, come per esempio fece il premier britannico David Cameron dopo l'esito del referendum sulla Brexit, e come lui stesso promise dopo la cocente sconfitta del referendum costituzionale del 2016. Rimane anche scarsamente ragionevole e comprensibile come siano rimasti nei ruoli decisionali al...

Continua a leggere

Angelina Crudele

Angelina Crudele si laurea in Scienze Biologiche a Napoli nel 1972. Si  specializza in Microbiologia a Napoli nel 1977. In servizio presso il Laboratorio di Analisi Cliniche e Microbiologia dell’ASL SA dal 1974 al 2004. Responsabile del Servizio di Patologia Clinica del P.O. “Villa Malta” di Sarno  dal 2004 al 2015. Docente in “Biochimica” –Facoltà di Scienze Infermieristiche. ASL Salerno. Responsabile Scientifico del Progetto “ La Salute si serve a tavola…” dell ASL SA.  Promotrice e divulgatrice di Attività Formative Aziendali. Membro del Comitato di Dipartimento dei Servizi Diagnostici – ASL SA 1.

 

Il suo intervento prosegue il tentativo di dare risposte concrete ai problemi del territorio.

 

La crisi economica prima e la pandemia dopo hanno messo a dura prova il nostro sistema ...

Continua a leggere

Assomiglia ad un viaggio della speranza, solo che qui ci si sposta su jet privati e si attende il proprio turno nelle stanze da 1.500 dollari a notte degli hotel Bulgari, Mandrin o Four Season. Il quotidiano britannico Financial Times dedica un’inchiesta alla processione di miliardari, reali e politici che si stanno recando negli Emirati Arabi per vaccinarsi contro il Covid e “saltare la fila” nel paese di provenienza. Abu Dhabi e Dubai dispongono infatti dell’ambito vaccino Pfizer – BioNtech, il primo ad essere approvato negli Stati Uniti e in Europa e tra quelli con la maggiore efficacia.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno fatto scorte del vaccino in vista dell’avvio di un programma finalizzato a favorire la ripresa del turismo. Ma al momento dispongono di dosi in eccesso che stanno somministrando a non residenti che il Financial Times definisce “well connected”, ossia con relazioni di alto livello. Anche perché solo gli alti funzionari e i membri della famiglia reale possono ottenere esenzioni per i non residenti. Nel paese questa pratica è nota come “vaccine wasta”, ossia l’uso della propria influenza per ottenere la dose di farmaco. E così, chi ha la fortuna di avere contatti di questo tipo sta arrivando sul golfo Perisco per chiudere la partita personale con la pandemia. Tra i beneficiari del vaccino il Financial Times menziona il finanziare britannico Ben Goldsmith che si è recato nel paese insieme alla moglie prima di dicembre e su invito di un membro della famiglia reale di Abu Dhabi. “Non siamo venuti con l’intenzione di vaccinarci ma quando ci è stata offerta questa possibilità ne abbiamo approfittato volentieri”, ha affermato Goldsmith.

In gennaio si è recato negli Emirati per vaccinarsi un gruppo di alti dirigenti di SoftBank, gruppo giappones...

Continua a leggere

Oggi, 8 marzo, mi sarebbe piaciuto aprire questo sito, Saleincorpo, o anche un quotidiano e trovare la lettera di un uomo, una lettera di scuse. Sì, avrei voluto che fosse un uomo a scrivere per chiedere scusa alle donne per il mondo misogino di cui sono protagonisti e padroni, in occidente con il guanto di velluto e in oriente con la frusta. Un mondo dove contiamo sempre un po' meno di un uomo, anche se eccelliamo nell’ambito del lavoro, delle istituzioni o della ricerca. Avrei voluto che un uomo chiedesse scusa a nome di tutti quelli che, anche per un misero posto in fabbrica, chiedono sesso in cambio ad una ragazza, oggi più di ieri, perché "...tanto, se hai il ragazzo che fa… mica sei ancora vergine, sai come si fa, cosa ti costa…". Costa la dignità, signori uomini. Anche il lavoro più umile, può essere leva per il ricatto sessuale dai padroni del mondo. Più sei giovane e più fai ...

Continua a leggere

Tra i fenomeni d’inquinamento, quello atmosferico costituisce uno degli eventi più pericolosi e preoccupanti. Diverse sono le cause preoccupanti per la salute degli esseri viventi. Per circoscrivere l’ambito ne analizziamo tre:

residui di gas di combustione;

rifiuti aeriformi e pulverulenti di attività produttive, polveri sottili generate dal traffico;

gas di scappamento prodotti dalle auto e moto veicoli.

L’inquinamento atmosferico, che colpisce maggiormente i grandi e medi centri abitati rappresenta una grave minaccia per la salute, in quanto attacca le vie respiratorie, le mucose e causa scompensi e complicazioni polmonari. L’inquinamento può, inoltre, essere favorito da particolari situazioni climatiche, quali l’assenza di regimi ventosi (infatti i venti nell’Agro Sarnese Nocerino sono spesso imbrigliati tra i monti Lattari e il monte Sarno) di cons...

Continua a leggere

“Se i vaccini Pfizer e Moderna sono disponibili, consigliamo ai cattolici di sceglierli al posto di Johnson&Johnson, a causa del suo uso estensivo di cellule derivate da aborti“. Il consiglio ai fedeli cattolici arriva dall’arcidiocesi di New Orleans, che invita a rifiutare il farmaco anti-Covid elaborato dalla società americana perché ritenuto “immorale”. Al centro della polemica c’è l’uso di cellule di origine fetale nella sperimentazione e produzione del vaccino, derivate da aborti eseguiti negli anni 70 e 80. Al contrario la chiesa della Louisiana dà il via libera a Pfizer e Moderna, perché – dice la chiesa cattolica di New Orleans – hanno utilizzato le cellule abortive soltanto per i test di laboratorio.

Si tratta però di una presa di posizione contraria alla linea del Vaticano, decisamente pro vaccino. In dicembre la Santa Sede aveva infatti chiarito – attraverso un ...

Continua a leggere