info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 03/12/2020

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Pubblichiamo un intervento del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, sulla riqualificazione urbana.

 

"Completare la pedonalizzazione del centro urbano". Nessuna strada d'oro, caro direttore, anche perché non abbiamo velleità da re Mida.Quello che IMMAGINIAMO è il completamento di un percorso di pedonalizzazioni mista (cioè a fasce orarie) avviato dall'Amministrazione precedente e non completato. Nessuna divaricazione tra 2 CITTÀ, come scrivi, perché via Fucilari, via Cucci, via Origlia, via Nicotera ecc. non sono periferia di nessuno. 

In verità non lo è neppure via Napoli cui si arriva in 5 minuti 5 a piedi e a passo regolare, da via Garibaldi. Cerchiamo quindi di non trasferire, per autosuggestione, una visione impropria. L'obiettivo è invece quello di fare come in tutte le città che si rispettino. Diversamente dire come dici tu, equivarrebbe a dire che Salerno, Cava, Monza, Pescara (per stare alle città che di recente ho visitato)  e che hanno un tracciato un sistema viario pedonale simile a quello che vogliamo realizzare, siano delle anomalie.

Invece sono la normalità. L'anomalia adesso siamo noi, che abbiamo un "tubo di traffico permanente" in una zona ad altissima densità abitativa persino nei festivi, quando uffici e negozi sono chiusi. Che spacca la città. Noi pensiamo a una visione omogenea del centro urbano e della viabilità collegata. A maggior ragione se raccordata due interventi che speriamo possano essere di prossima cantierizzazione (ma intanto già progettati e uno già ammesso a finanziamento) che sono la "rotatoria sulla A3 l" e l'area di parcheggio a via Canale. Con inversione dei sensi di marcia su via Astuti e fino all'area di via Canale. Questo prevede anche un'estensione a via Roma e a via Canale stessa di un'area pedonale mista.

Fare del centro il centro come in ogni città normale e non un ibrido. Come con il nuovo piano di viabilità e mobilità che abbiamo appena affidato. Due anni sono un tempo sufficiente. Caro direttore, hai sospeso il giudizio all'esito della presentazione del progetto. Bene. Consentimi di dire che è la sola parte che condivido del tuo articolo.

Perché definire "trascurate" rispetto al centro strade che distano non più di 2 minuti a piedi o al massimo 5 non trova conferma nella realtà. Per il resto sarai con nostro lustro il primo invitato alla presentazione del progetto. Toccherai con mano l'idea di una sola città. Più omogenea, pedonale, migliore.