info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 13/12/2019

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Le cronache politiche locali raccontano, più o meno, questa storia. Dopo le dimissioni del sindaco di Pagani, Alberico Gambino, le redini sono passate nelle mani della fedelissima Anna Rosa Sessa. E, stando sempre alle indiscrezioni, se si tornasse al voto, come sembra ormai quasi certo, sarebbe Anna Rosa la candidata del centrodestra. Si vedrà.

A noi sembra che si stia commettendo un errore di valutazione politico, e di conseguenza mediatico, su questa donna. La sua fedeltà a Gambino è a prova di bomba. Non lo ha abbandonato nemmeno nei giorni peggiori, quelli della galera con l'accusa di essere colluso con la camorra. Accusa poi caduta definitivamente in Cassazione. Ma fedeltà non significa stupidità, mancanza di pensiero autonomo. Ci spieghiamo.

Anna Rosa Sessa è una donna intelligente. Usa i social con grande abilità e promuove con sagacia la sua immagine. Sbaglia chi pensa di trovarsi di fronte al tappetino consenziente sempre e comunque. Certo, non è la famosa "fedeltà" a essere in discussione, ma i politici, come noi comuni mortali, crescono e cambiano. Chiariamo: "Saleincorpo" condivide poco di quello che la Sessa fa e dice. Questo, però, è irrilevante.

La cosa che conta sul serio è la sua capacità di emancipazione dal padrino politico senza rinnegarlo o, peggio, tradirlo. Se riuscirà a essere autonoma nelle decisioni pur nel rispetto delle origini allora la smetteremo di chiamarla la "fedelissima di Gambino". Sarà solo una donna in politica che prende decisioni. E che queste siano condivisibili o meno è tutta un'altra storia.