info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 22/10/2019

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Sul caso Gambino "Saleincorpo" ha assunto una posizione molto chiara fin dal primo momento. Al netto della questione sulla incandidabilità del neo sindaco, questione che verrà affrontata nelle sedi opportune, la metà dei paganesi lo ha votato. Adesso deve governare. I primi atti, però, non ci sembra vadano nella giusta direzione.

Gambino ha iniziato attaccando "Pagani Ambiente" solo per colpire Enzo Calce, dirigente della partecipata, nonché marito della consigliera del Pd Giusy Fiore. Poi, in maniera inutilmente plateale, ha cacciato via il segretario comunale "colpevole" di avere una opinione diversa dalla sua sulla ormai famigerata incandidabilità. Non contento si è scagliato contro Salvatore Bottone, un tempo suo alleato e oggi acerrimo avversario, invitando tutte le forze politiche a un confronto, comprese quelle dell'opposizione, tranne, appunto, Bottone. E' roba da scuola elementare.

Infine la cosa più squallida. Siccome in un corto dedicato alla vita di Tonino Esposito Ferraioli, il cuoco della Fatme ammazzato dalla camorra, non si faceva riferimento al suo operato amministrativo, ha provocatoriamente detto che potrebbe anche sopprimere l'intitolazione della strada che a Pagani ricorda il sindacalista e il suo sacrificio. Squallido.

Non si governa a colpi di vendette. Gambino non è stato eletto per questo. Metta mano ai problemi veri: la città è sporca, il tasso di evasione fiscale è da brividi, la villa comunale va recuperata, il piano viario è obsoleto e le periferie, come il centro storico, versano nel degrado. La smetta con questa inutile caccia alle streghe. Se continuerà a fare il sindaco la sua forza si misurerà sui problemi reali, quelli che incidono sulla vita della gente. Il resto è fuffa.