info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 13/12/2019

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Una premessa: siamo stati sempre molto scettici sul modo di diffondere le informazioni da parte di Julian Assange. Vomitare sul web migliaia di documenti, spesso in modo confuso, non aiuta il lettore. Inoltre il personaggio è controverso ed ha assunto posizioni discutibili.

Detto questo, però, c'è un dato incontrovertibile: se oggi sappiamo delle torture delle truppe americane a Guantanamo, Iraq e Afghanistan, e sono solo alcuni esempi, lo dobbiamo a "Wikileaks". Sulla base di quei documenti è stato possibile smascherare le bugie dei potenti. Sempre gli stessi documenti hanno fornito materiale per ulteriori inchieste ai cronisti di tutto il mondo.

Questi sono dati oggettivi, indiscutibili. Un fatto devastante per gli Stati Uniti, né più né meno delle rivelazioni sulle intercettazioni illegali della Nsa di cui ha parlato Edward Snowden. Le modalità dell'arresto di Assange a Londra sono, poi, inammissibili. Quando si attaccano i potenti devi aspettarti di tutto. E così quelli che prima inneggiavano ad Assange oggi lo ignorano. In Italia si è schierato al suo fianco solo il M5S. E, sia detto per inciso, provoca un sorriso amaro il fatto che siano proprio i grillini a volere staccare la spina a Radio Radicale, emittente radiofonica garanzia di informazione libera e democratica.

Concludendo, noi di Saleincorpo abbiamo pochi dubbi: pur operando tutti i distingui del caso "Wikileaks" ha reso un servizio fondamentale in difesa delle libertà e dei diritti civili. Per questo Assange va liberato e non estradato negli Stati Uniti dove subirebbe solo un processo politico.