info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 04/07/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Caos all’Ospedale di Sarno: l’emergenza non riguarda solo Ortopedia ma anche altri reparti. In seguito alla sospensione degli interventi chirurgici nel reparto di Ortopedia dell’Ospedale “Martiri di Villa Malta di Sarno” per la carenza di medici in servizio sono fioccate le reazioni sulla situazione di emergenza che sta attraversando il presidio sanitario locale.

Il direttore Rocco Mario Calabrese, nei giorni scorsi, si è già impegnato a risolvere questa emergenza con nuovi innesti. In particolare sarebbe in corso di definizione una convenzione con gli ortopedici in servizio presso l’azienda ospedaliera Moscati di Avellino. Calabrese, inoltre, ha risposto a una nota delle organizzazioni sindacali facendosi promotore di un’iniziativa per rinforzare il personale medico: “Considerato che nel reparto di Medicina e chirurgia d'accettazione e urgenza risulta in servizio una sola unità medica, e al fine di garantire la necessaria ed adeguata assistenza, si propone di trasferire i dirigenti medici e le attività afferenti alla Guardia Medica. Si ritiene necessario, inoltre, reclutare, con ogni forma contrattuale disponibile, personale medico da dedicare alla predetta attività".

Dalle organizzazioni sindacali, invece, è intervenuto sul tema, Pietro Antonacchio, segretario della Cisl Fp Salerno: "Chi organizza il servizio sanitario deve essere un manager e non deve avere le mani legate. Purtroppo l’attuale gestione non ha mai messo in campo un’attività programmatica. I reparti a rischio sono tutti. Bisogna agire velocemente e riorganizzare i servizi”. 

Il consigliere comunale di minoranza della Lega, Sebastiano Odierna, ha attaccato la classe dirigenziale e politica del territorio "Il reparto di Ortopedia dell’ospedale di Sarno, quando c’eravamo noi, era una vera e propria eccellenza dell’intera Regione Campania, sia in termini di qualità che di numeri di interventi. - spiega Odierna - a Sarno si rivolgevano utenti non solo campani, ma anche da altre Regioni, oggi è praticamente chiuso. Era stata stipulata una convenzione con l'ospedale di Avellino ma non ci sono state più risposte in merito. Ora si sta pensando di far venire gli ortopedici di Oliveto Citra, almeno per le sedute operatorie, una situazione assurda. Sono anni che denuncio la carenza del personale all’ospedale di Sarno ma mai nessuna risposta abbiamo ricevuto, oggi questa è la situazione: un ospedale sull’orlo della chiusura". Odierna ha aggiunto "Ad oggi nonostante la grave crisi dell’ospedale c’è il silenzio assoluto da Palazzo San Francesco: Il sindaco di Sarno Canfora dovrebbe tenere maggiormente a cuore le sorti dell’ospedale visto che è un medico, ed invece ha portato l’ospedale quasi alla chiusura. Altro problema grave è la carenza di medici al pronto soccorso dove, addirittura, si sta pensando di mettere in servizio un solo medico a turno, con gravissime conseguenze per l’utenza. In tutto questo chi paga il prezzo più alto sono i cittadini. Anche nel reparto di Medicina la situazione non va meglio".