info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 07/08/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Editoriali/623

"A me interessava essere un giornalista critico verso la mia professione e, dal punto di vista politico, un militante critico verso la mia stessa area di appartenenza. Il mio punto di riferimento è sempre stato il lettore. Tutto quel che venivo a sapere – intrighi, scontri, episodi poco edificanti – lo scrivevo, pari pari. […] Pensavo che i giornalisti avessero il dovere di riferire su tutto quello che vedono, ma che il giudizio ultimo fosse dei lettori. È meglio non essere ipocriti e dire chiaramente che dai giornalisti oggi si vuole un lavoro di schieramento e non di testimonianza. Credo che ci vogliano tutti convinti di dover difendere a ogni prezzo questo Stato così com’è. Ma questa non è la nostra funzione, questa è una scelta individuale, soggettiva, non coatta. A questo punto, fra le revolverate dei terroristi che non apprezzano i giornalisti indipendenti e le galere di chi vuole i giornalisti poliziotti per sopperire alle insufficienze dell’apparato repressivo dello Stato non resta che una scelta: disertare. Nel nostro caso […] lasciare che a scrivere siano gli iscritti ai partiti, i mezzo busto, i commentatori autorizzati con la patente, i reporter stipendiati dai palazzi del Sid e dalle veline dei tribunali".

 

Carlo Rivolta in una intervista pubblicata qualche mese prima della sua morte. Rivolta era una giornalista di "Repubblica" e fu stroncato da una overdose

Continua a leggere

Ci siamo. Dopo una serie di rinvii e riflessioni questo blog diventa realtà. La grafica è tutta nuova e, secondo me, accattivante. Ora, naturalmente, il contenitore va riempito. Non ho cambiato idea rispetto a un ragionamento iniziato mesi fa. Un altro sito o blog che sia semplice contenitore di notizie giornaliere non serve. L'unica strada percorribile è quella dell'approfondimento, dell'inchiesta. 

L'importante sarà trattare con serietà i problemi del territorio tentando di rappresentare una voce fuori dal coro. Qui non ci sono padroni o padrini. Si deciderà tutto insieme e le valutazioni saranno soltanto giornalistiche. Saremo lontani dai grandi gruppi editoriali che spesso sono anche lobby politico-finanziarie. E' l'inizio di un percorso. Il blog è aperto a tutti i contributi e potete contattarmi. Saleincorpo sarà di chi lo legge e di chi lo fa.

Continua a leggere