info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 26/09/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Editoriali/636

Paola Cianciullo

Pubblichiamo un intervento di Paola Cianciullo, imprenditrice, in passato ai vertici di Confindustria Salerno.

 

 

Partendo dal Contest Young Factory design, organizzato dalle aziende appartenenti al gruppo ”Design Tessile Sistema casa di Confindustria Salerno", vorrei evidenziare l’innata propensione di alcuni imprenditori a non arrendersi alle difficoltà di fare impresa oggi.

 

I punti salienti.

 

Credere nei giovani. Incentivarli, farli crescere dandogli gli strumenti che l’università non gli offre. Sono loro il vero motore della nostra società. Hanno energia, voglia di crescere, sono nati nell’era digitale. Quindi per loro è molto più semplice governare i processi aziendali di comunicazione e produzione.

 

Fare rete. E' un mantra che ripetono tutti ossessivamente, ma noi al Sud facciamo tanta fatica a fare rete. Spesso ci si prova e spesso o quasi sempre ci si arena. Spiegarne i motivi sarebbe come entrare in un campo minato. Quindi mi limito a constatare. Un vero peccato perché, ormai , specialmente all’estero, se non sei “gruppo” e se non sei un colosso, fai grossa fatica a farti largo.

 

Informazione. E’ fondamentale, in questo mondo che viaggia ad una velocità spaventosa, essere informati sugli avvenimenti, sulla situazione politica ed economica dei paesi che ci interessa agganciare, sulle possibilità di avere finanziamenti, sui progetti in essere.

 

Organizzazione aziendale. i tempi sono sempre più stretti e frenetici, bisogna adattarsi e scegliere con cura gli obiettivi, evitando di farsi travolgere dal mare di notizie che ogni giorno ci subissa. Arrivare all’obiettivo richiede tempo, quindi bisogna attrezzarsi e preparare il terreno con largo anticipo pe...

Continua a leggere

Saverio D'Alessio

Sembra tutto già dimenticato, sepolto. Invece no. Sarebbe sbagliato archiviare il filmato di Fanpage dove si vedono schede elettorali nel comitato di un candidato al Consiglio comunale. Il candidato in questione è Saverio D'Alessio, assessore uscente alle Politiche sociali. Lo ha ammesso su Facebook, parlando di un equivoco, di una "trappola" tesagli ad arte. Ha respinto tutte le accuse.

D'Alessio ha tutto il diritto di difendersi, ci mancherebbe altro. E' ovvio, come ovvio è il fatto che l'episodio non inficia minimamente la vittoria del sindaco Torquato. Ma il caso resta in tutta la sua gravità. Come andrebbero verificate una volta per tutte le voci sulla compravendita di voti a 50 euro. La magistratura ha aperto un'inchiesta. Noi aspettiamo nella speranza che, prima o poi, la chiuda questa inchiesta. 

Il discorso è semplice: o D'Alessio riesce a spiegare in modo ino...

Continua a leggere

Foto Luigi Pepe

Manlio Torquato ha asfaltato i suoi avversari, chiudendo una vittoria al primo turno con percentuali incredibili, annichilendo letteralmente e numericamente i sette candidati in lizza. Fino a qualche ora prima del voto nessuno avrebbe mai immaginato un risultato simile, nemmeno i più ottimisti, prevedendo un ballottaggio fisiologico, relegando la percentuale di vittoria al primo turno per Torquato con un margine risibile, al massimo del 55%. Invece è stata una vittoria schiacciante, con l’affermazione netta delle liste in suo sostegno, in particolare del Partito Democratico, dell’Udc e dei socialisti. Proprio per questo il riconfermato sindaco Torquato avrà per il suo secondo mandato qualche grattacapo in più. Se per le sue vittorie del 2011 e 2012 poteva ancora proporsi come figura oltre i partiti, oggi il Sindaco dovrà tenere a bada prima i partiti in suo sostegno e poi le opposizioni. L’operazione di rilancio della città dovrà passare anche per Napoli, o meglio per Salerno.

 

La debacle degli sfidanti si riassume in una parola: imbarazzante. Soprattutto per quelli che avevano prima appoggiato o fatto parte della maggioranza Torquato. Pasquale D’Acunzi non ha sfondato, confermando il ruolo di secondo piano conferitogli dalle precedenti partecipazioni elettorali, concretizzando una figuraccia per Forza Italia. Sorprendente risulta il terzo posto di Alfonso Schiavo, che per pochi voti non è riuscito a conquistare un altro seggio in consiglio comunale, affermandosi quale guida della giovine sinistra nocerina, scesa in suo sostegno nelle settimane di campagna. I 5stelle segnano il passo, chinando il capo sul piano locale rispetto alle ambizioni della vigilia: I grillini nocerini sono ri...

Continua a leggere

E alla fine anche quel Sud che sembrava solidale, aperto, amorevole verso lo straniero si è scoperto razzista. Cicerale è un piccolo borgo del Cilento abitato da 1200 anime. Volevano portarci quattrocento migranti, pare bambini in gran parte, ma la popolazione, praticamente quattro condomini di Nocera, si è ribellata.

La risposta all'emergenza che ci arriva dai Sud del mondo è difficilissima. Per evitare di consegnare l'argomento a una destra bieca e razzista occorre dare risposte concrete, risposte, a volte, anche scomode. Se vogliamo accogliere dobbiamo avere strutture che garantiscano a queste persone una esistenza dignitosa. Oggettivamente non sempre questo è possibile. C'è, però, la necessità di mettere in campo le forze migliori, quelle sane, che pure esistono in questo Paese bacato, per aiutare, sostenere, proteggere.

Quando leggo che in provincia di Salerno sol...

Continua a leggere

Il tormentone social della candidatura di Gino Candela "al" sindaco di Nocera è molto più di una boutade. E' politica pura. Provate ad ascoltare un attimo le sue proposte per la città e ci leggerete dentro tutto l'armamentario demagogico del politicante standard.

C'è la proposta folle, irrealizzabile, ma che colpisce sempre la fantasia popolare (il famoso tunnel che da Casale del Pozzo porta direttamente a Maiori).

C'è il tipico disprezzo per l'autorità (la vigilessa che pensa solo a fare le sfilate).

Ci sono le lamentele, soprattutto quelle dei commercianti, sulla viabilità (Candela vuole abolire tutte "i" ztl).

Ci sono quelle proposte minime, normali, cose talmente elementari che non dovrebbero proprio esserci in un programma elettorale eppure si trovano sistematicamente (il candidato "al" sindaco vuole costruire parchi gioco, campi di calcetto e, add...

Continua a leggere

Rita Pisanzio

Le liste sono state consegnate e tra un mese a Nocera Inferiore si vota per eleggere il sindaco e 24 consiglieri comunali. La lettura dei nomi riserva sempre sorprese ma la dottoressa Rita Pisanzio è un caso di scuola. Cinque anni fa venne eletta con il sindaco uscente Torquato riportando anche un notevole successo personale. Ebbe un assessorato. Da allora, francamente, se ne sono un po' perse le tracce.

Succede, come accade nella vita, e la politica ne fa parte, che si possa cambiare idea. I soliti bene informati riferiscono che la dottoressa, nell'ultimo periodo, era un tantino inquieta. Quali fossero i motivi delle sue angosce non era chiaro. Poi si è accesa la luce. La dottoressa Pisanzio, a due settimane dalla presentazione delle liste, si è dimessa da assessore e ha scelto di cambiare schieramento presentandosi come capolista in un raggruppamento che appoggia Pasquale D'...

Continua a leggere