info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 28/11/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Editoriali/656

In vista del prossimo insediamento della nuova Amministrazione Comunale frutto delle elezioni amministrative che si terranno il 12 di giugno e ricordando che il Sindaco opera in qualità di Autorità Sanitaria Locale, torniamo sulla Casa della Salute.

Essa è uno dei pilastri, insieme alla proposta di rideterminazione dei confini dell’Asl ed all’ attenzione alle politiche ambientali, su cui poggia il programma   di FUTUR🌻AMA per ridisegnare l’assistenza sanitaria pubblica nell‘Agro, adattandola alle nuove esigenze e mettendo al centro il cittadino.

Anche se nel nostro territorio era una realtà quasi sconosciuta, abbiamo iniziato a parlarne due anni fa in piena pandemia, con il SSN italiano stremato da 20 anni di tagli, con la sanità territoriale in affanno, con gli ospedali, di per sè destinati alla gestione delle patologie acute, presi d’assalto e doverosamente blindati per evitare il contagio.

La Casa della Salute nasce nel 2007 da un’idea dell’on. Livia Turco, per costituire team multidisciplinari di specialisti sanitari; oggi  è una realtà consolidata in parecchie regioni italiane, tra cui  l’Emilia Romagna ,che è riuscita a farne una delle sue eccellenze , con evidenti ricadute sul benessere dei  cittadini e sull’economia sanitaria: si sono ridotti del 25% gli accessi al PS,  eliminando quelli impropri, cioè inutili; i ricoveri ospedalieri sono calati del 4,5%, si è implementata di circa il 10% l’assistenza domiciliare.

 Tali strutture nascono precipuamente da una riorganizzazione e razionalizzazione delle risorse umane e strutturali già esistenti; nell’Agro tuttavia c’è chi ha ancora le idee confuse e, in buona o cattiva fede, ne propugna l’inutilità, paventando spreco dei fondi europei destinati alla nostra nazione capovolgendo la ...

Continua a leggere

Dimenticatevi gli anni ruggenti delle trasferte trionfali di Silvio Berlusconi a Napoli, circondato da politici con caterve di voti, da ragazze avvenenti e da folle in delirio di fronte alle sue promesse. Il Cavaliere il 21 maggio tornerà a Napoli per chiudere la due giorni di “L’Italia del futuro” alla Mostra d’Oltremare, ma stavolta lo attende l’analisi di un dato impietoso: il simbolo azzurro non compare in nessuno dei sette comuni con più di 15mila abitanti del napoletano chiamati al voto.

Nemmeno a Ischia, l’isola dove vive il coordinatore campano del partito, il senatore Domenico De Siano. Nemmeno a Sant’Antimo, il feudo familiare del senatore Luigi Cesaro, a lungo padrone degli azzurri napoletani. Nemmeno a Nola, città dove forte è l’influenza di un big dei berlusconiani, il deputato Paolo Russo. Mentre ad Acerra il vicecoordinatore napoletano di Forza Italia, Massimo P...

Continua a leggere

Aurelio De Laurentis

Pure il pallone si sta sgonfiando. Più che la partita contro il Genoa e ai risvolti, una eventuale vittoria darebbe la sicurezza matematica del terzo posto, mi sto chiedendo quali siano i disegni e i progetti del Rag. Aurelio De Laurentis, presidente dell' Azienda Napoli calcio, come lui continua a ribadire. Quando la classifica sorrideva e bisognava stare vicino alla squadra , che stava facendo bene e lottava per traguardi ambiziosi, è letteralmente scomparso dalla scena.

Quando poi la situazione è precipitata dopo le gare con la Roma , la Fiorentina e l'Empoli, grazie anche alle cervellotiche ed improponibili scelte tecniche di Luciano Spalletti, la cui logica calcistica si può tranquillamente paragonare alla sua proprietà di linguaggio, le cui difficoltà di comprensione rasentano le stesse difficoltà di una versione di greco al liceo , è ricomparso minacciando prima un maxi ritiro, trasformato poi in un paio di cene ed un paio di presenze agli allenamenti, non dimenticando di sfoderare una smisurata prosopopea , arroganza , presunzione ed una assoluta cattiva educazione comunicativa. Il motivo , a mio modo di vedere, è il tentativo di allontanare i tifosi dallo stadio , cosa che per altro gli sta riuscendo benissimo, perché vuole muoversi nella massima libertà operativa possibile.

Per prima cosa non vuole una società organizzata con persone di spessore e competenti. Seconda cosa vuole fare un mercato mirato a comprare solo calciatori di prospettiva , lanciarli in campionato e rivenderli con relativo lauto guadagno. Terzo vuole ridurre i costi di gestione in modo da coprirli già con contributi TV , sponsor, e premi UEFA , e rendere così la quota incassi ininfluente in modo che tutto quello che comunque ne verrebbe dai botteghini sarebbe in supero. I...

Continua a leggere

Sabato 7 maggio, in occasione della presentazione del PUMs e del PUT nell’aula consiliare del Comune di Nocera Inferiore, è avvenuto un grave episodio di intolleranza verso il delegato dell’Associazione FUTURAMA, ing. Felice Faiella, da parte del Sindaco Torquato (e del suo seguito), che hanno interrotto prima ed impedito poi il prosieguo al relatore di concludere il suo intervento, etichettandolo come “retorico e provocatorio”, non gradendo evidentemente le critiche sulle opere che quest’amministrazione sta realizzando e su altre, molto più urgenti ed utili, che non hanno realizzato, pur sollecitati a farle. Per salvaguardare il diritto di opinione e di critica pubblichiamo il testo completo dell’intervento, ricordando a coloro che sono stati eletti dai cittadini che è un loro DOVERE istituzionale ascoltarli prima e comunque, anche quando le loro parole possono dispiacere: il bavagli...

Continua a leggere

A un mese dal caso dei due bambini morti in Francia dopo una contaminazioni da batterio Escherichia coli delle pizze surgelate Buitoni-Fraîch’Up, lo scandalo dei prodotti del marchio della Nestlé si allarga. Questa volta, a finire sotto accusa è la ‘Bella Napoli‘, una seconda gamma di pizze industriali surgelate.

Secondo quanto riferito dal suo legale, una donna di 34 anni, residente a Perpignan – nel sud del Paese – si è ammalata dopo aver “consumato una pizza della gamma ‘Bella Napoli’. L’avvocato ha sporto denuncia per “lesioni colpose” contro il fabbricante. Da fine febbraio, in Francia è stata è stata rilevata una recrudescenza di casi di Shu (Sindromi emolitiche e uremiche) legate a infezioni da E-Coli. Secondo Santé Publique France – agenzia nazionale responsabile delle politiche sanitarie – i casi registrati sono 75 fra 1 e 18 anni di età.

...

Continua a leggere

Mentre i litigi nella maggioranza rallentano l’azione di governo su diversi fronti cruciali ai fini della realizzazione del Piano di ripresa e resilienza, l’Ufficio parlamentare di bilancio attesta che lo scorso anno le risorse effettivamente spese sono state solo un terzo rispetto alla cifra prevista. Una partenza lentissima che è stata mascherata dal maxi rimbalzo del pil trainato dai bonus edilizi ma diventa preoccupante ora che inflazione e guerra in Ucraina affossano le prospettive di crescita per il 2022. Non a caso la ricognizione dell’Upb è contenuta nel testo dell’audizione della nuova presidente Lilia Cavallari sul Documento di economia e finanza del governo, le cui stime sul pil di quest’anno sono state validate sul filo del rasoio sottolineando che si collocano “al limite dell’intervallo di accettazione” e “l’esercizio di valutazione, condotto in larga parte sulla base del...

Continua a leggere