info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 28/11/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Editoriali/656

Un concerto per ribadire la solidarietà nei confronti del popolo ucraino aggredito in modo vile da Putin. Il concerto significativamente si chiama "L'Ucraina vincerà" e si terrà domenica 19 giugno a Napoli, presso la chiesa di Santa Maria di Materdei, in piazzetta Materdei. L'inizio è fissato alle diciassette. 

Partecipano Duet "ELIR" (Iryna Postavska , Elena Vesna), Roksolana (quartetto vocale) e gli altri artisti indicati sul manifesto. Essere presenti significa dare concretamente un sostegno alla causa ucraina. 

Continua a leggere

Questi sono i nuovi consiglieri comunali eletti a Nocera Inferiore. Il Partito democratico è la prima forza politica del consiglio. La lista, complice anche il dato record di Giuseppe Arena che ha raccolto 1306 preferenze, ha raggiunto il 14,8% con quattro seggi in consiglio comunale: Arena, per l’appunto, seguito da Luigi Pepe, Carmen Granato e Federica Fortino. Segue a ruota Passione per Nocera, civica di area democratica, con il 13,4%, che porta in assise Antonio Alfano, Luciano Passero, Raffaele Baio e Annarita Ferrara. Tre seggi per Nocera Libera, altra civica di area Pd, con il 10,1. Si tratta di tre new entry: Alfonso Romano, Rocco Vecchione e Mariano Fasolino. Due consiglieri al Partito socialista italiano, 8,4%: Umberto Iannotti e Ferdinando Padovano. Un consigliere per Liberal, 4,2%: Fabio Ferrigno. Uno per Nocera Città Solidale, 3,9%: Renato Guerritore.

Ai 15 consig...

Continua a leggere

Nella campagna elettorale per l'elezione del sindaco di Nocera Inferiore si è visto un ritorno ai "vecchi" comizi. Sull'arte di parlare in pubblico presentiamo un intervento di Lorenzo Guarnaccia.

 

Un comizio e una diretta social non hanno niente in comune né le parole da usare, né i concetti da esporre, né i tempi né i modi per farlo. Una diretta deve rispettare tempi ristretti, usare parole e modi forti perché l’utente, per quanto interessato, se non è catturato immediatamente ha mille possibilità alternative per informarsi sullo stesso argomento o per impiegare diversamente il tempo con un clic o lo spostamento di un mouse. 

Dubito che ci sia coinvolgimento emotivo, tranne rare eccezioni, di chi la fa e men che mai di chi ascolta. In fondo non servono a questo le dirette ma a mettere il protagonista in condizioni di visibilità senza rischi e senza riscontri diretti, una recita senza pubblico e senza sentimenti. 

L’efficacia di un comizio comincia con la sua preparazione, con il coinvolgimento di un gruppo vasto di persone oltre l’oratore ufficiale. Tenere un comizio è un’esperienza forte anche per i più esperti. Mi è capitato di stare vicino a grandi oratori, grandi dirigenti, persone avvezze a parlare in pubblico, in nessuno di loro ho riscontrato freddezza o indifferenza. Tutto questo l’ho provato molte volte anche io. Il coinvolgimento emotivo è totale, non ci si fa mai l’abitudine, mentre passi tra le persone che aspettano per salire sul palco l’adrenalina ti trasforma, le preoccupazioni diventano forza di comunicazione, bisogno di convincere le persone che sono lì per sentire le posizioni del tuo partito, le ragioni di una scelta ma anche per sentire te! Il tono di voce di un comizio mal si adatta ad una recita, qualcuno sarà ...

Continua a leggere

Anna Esposito

Resiste su Facebook da molti anni, da almeno dieci. Sopravvive in quel mare magnum di pagine spesso inutili. La pagina “Giustizia per Anna”, invece, è tutt’altra cosa: è un monumento di memoria, di passione civile, di ostinazione nella ricerca della verità. Chi la cura, del resto, la pensa come il grande narratore Friedrich Dürrenmatt, che in un libro ha scritto: “Ancora una volta voglio sondare scrupolosamente le probabilità che forse restano alla giustizia”.

Ma c’è giustizia nella storia di Anna? E chi era Anna, per la quale si vuole verità e giustizia da oltre vent’anni? Anna Esposito, da Cava dei Tirreni, aveva 35 anni quando morì. Era un commissario di polizia, dirigeva l’ufficio Digos della questura di Potenza. Il 12 marzo 2001 venne trovata morta, apparentemente impiccata con una cintura attaccata alla maniglia della porta del bagno, nel suo appartamento della caserma Z...

Continua a leggere

Isabella Sorace

“Sono andata via dall’Italia la prima volta nel gennaio del 2013, direzione Uk. Per me in quel giorno si sono aperti orizzonti che non avevo nemmeno osato immaginare”.Isabella Sorace ha 32 anni e viene da un piccolo paesino in provincia di Bergamo. Ha lasciato l’Italia dopo due stage non pagati. Da allora non è più tornata. Tutto è iniziato grazie a una borsa di studio a Milano. “Per la mia laurea specialistica ho ottenuto una borsa che copriva tutti i costi in Bocconi: così ho completato il Master of Science in Finance (in lingua inglese). Quel momento ha cambiato completamente le mie prospettive. Arrivando da un background molto modesto non avrei mai nemmeno immaginato di andare alla Bocconi”. Durante la specialistica la giovane bergamasca ha fatto esperienza in Israele e Inghilterra, e svolto due stage (non pagati) uno a Milano e uno a Londra, per una grossa banca italiana. Il prim...

Continua a leggere

Aggiudicata la gara per l'affidamento della gestione dei bar interni agli ospedali dell’area nord dell’Asl. Sarà la Sam Calabria a erogare il servizio nei punti di ristoro di Nocera Inferiore, Pagani e Sarno. Per tutti e tre i lotti di gara, ad aggiudicarsi la procedura telematica è stata la società cooperativa Sam con sede ad Altomonte, in provincia di Cosenza. L’affidamento alla cooperativa del presidente Marco Saccomanno, proprietaria anche di un minimarket nel comune di Rovito, avrà la durata di 2 anni per il costo complessivo di 180 mila euro.

Il canone che pagherà la ditta calabrese all’azienda sanitaria locale, l'Asl Salerno, è stato calcolato in base agli accessi al pronto soccorso e ai posti letto disponibili nei singoli ospedali. Per l’Umberto I di Nocera Inferiore, in cui sono disponibili 311 posti letto e dove vengono effettuate circa 60 mila prestazioni all’anno d...

Continua a leggere