info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici. Sostieni Saleincorpo, sito indipendente. Puoi farlo versando un contributo a piacere e su base annua sul c/c bancario IT96G0538776270000000001187 intestato a Carlo Meoli. Causale Sostengo Saleincorpo. Grazie.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 07/08/2022

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Editoriali/623

Gennaro Sosto

Da Napoli a Salerno. Da una delle Asl più grandi d'Italia (la Napoli 3 Sud) alle nostre terre. Si tratta di Gennaro Sosto, cinquantenne, ingegnere. Sarà lui a doversi occupare delle gestione dei fondi del Pnrr. Centinaia di milioni di euro tra l'altro destinati alla rete della sanità territoriale. Case e ospedali di comunità per i quali esistono, a differenza di quanto affermato su Saleincorpo da Natascia Ronchetti, i soldi anche per l'assunzione del personale. Un passaggio fondamentale per evitare di mettere alla lunga tutto in mano ai privati che sono già pronti.

Poi ci sono i nodi legati all'ospedale di Nocera e la questione sulla necessità di ritornare alle tre Asl. Vedremo come il manager che viene da Napoli intenderà rispondere a questi problemi. Qualcuno, ma è solo una indiscrezione, parla di lui come un cacciatore di teste. In sostanza, se un reparto è improduttivo si chiude. Staremo a vedere.

Sempre da Napoli, anche se in un contesto completamente diverso, arriva al Comune il nuovo responsabile dell'ufficio Ambiente e territorio. Si tratta dell'architetto Giovanni Lanzuise. Con un punteggio di 149,75, il professionista ha staccato di quasi 11 punti il secondo in graduatoria. Ha ricevuto il voto più alto al primo scritto, all’orale e per la valutazione dei titoli, tra i voti più alti per la valutazione del secondo scritto. Ha staccato di molto anche gli interni che concorrevano per il posto di dirigente: è arrivata sesta Laura Pellegrino del Suap; undicesimo il dirigente ad interim e dirigente dei Lavori pubblici, Gerardo Califano; tredicesimo il responsabile dell’Ufficio di Piano, Antonio Giordano. 

L’architetto è stato al Comune di Napoli, tra l’altro alla guida dell’ufficio anti abusivismo e condono edilizio. Il professionista, iscr...

Continua a leggere

Le indagini sulla morte di Eugenio Fasano non possono essere archiviate senza neanche un’autopsia che spieghi come è deceduto il carabiniere napoletano che il 22 gennaio 2019 ha perso i sensi dopo una partita di calcetto giocata tra i campi dell’Antico Circolo del Tiro al Volo.

Il giudice Nicolò Marino lo ha detto chiaramente, respingendo la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura. E ha ordinato ai pm di proseguire le indagini disponendo l’autopsia e ascoltando altri testimoni. Il tutto entro sei mesi. Senza l’autopsia non c’è una prova certa che il carabiniere, di 39 anni, sia morto per cause naturali. E non si può affermare neanche il contrario.

Quel che è certo è che Fasano ha perso i sensi negli spogliatoi del prestigioso circolo romano, alla fine di una partitella tra colleghi. Due giorni dopo il maresciallo è morto all’ospedale Umberto I. E dopo tredici...

Continua a leggere

Roberto Ceravolo

“Sono andato via dall’Italia nell’agosto del 2016. Accettavo un’opportunità di tre mesi a New York. Volevo uscire dalla comfort zone europea. Era una sfida, volevo crescere”. Ingegnere, 35 anni, Roberto Ceravolo è originario della Calabria. Gli Usa per lui sono diventati una seconda casa: “Si lavora meno e meglio”, sorride. Da due anni è tornato a Pizzo di Calabria, dove lavora in smart working per la sua azienda.

Laurea triennale in Ingegneria Gestionale nel 2011, laurea magistrale, sempre in ingegneria, nel 2015, Roberto ha iniziato subito a lavorare in una grande azienda automobilistica italiana. Poi, la decisione di accettare un’offerta di lavoro arrivata dagli Stati Uniti. “Dovevo restare tre mesi, sono rimasto tre anni”, ricorda. Il giorno della partenza c’era “eccitazione, i soliti problemi con i visti, la paura e la voglia di tentare un lavoro fuori dall’Europa: c’era davanti a me uno Stato con tutte le sue complessità, dalla salute alla sicurezza. È stata una sfida professionale e umana”.

Roberto ha vissuta tra Baltimora, New York e Charleston. “Gli Usa sono un posto dove mi sono sentito a casa, a mio avviso la diversità è considerata una ricchezza e New York è quasi come se fosse la capitale del mondo”, dice al fatto.it. Sveglia la mattina presto, metro da Brooklyn a Manhattan, in ufficio fino alle 18: “Molti colleghi erano expat e di solito si andava a prendere una birra prima di tornare a casa”. Nei week end si viveva la città, tra eventi culturali, concerti, musei, teatri. “Ci sono talmente tante cose da fare o da vedere che tre anni non bastano”.

Le differenze tra i due Paesi rispetto al mondo del lavoro sono sostanziali. “A New York si hanno molte più opportunità, è vero, ma solo se si è cittadini americani o si è in possesso de...

Continua a leggere

Un concerto per ribadire la solidarietà nei confronti del popolo ucraino aggredito in modo vile da Putin. Il concerto significativamente si chiama "L'Ucraina vincerà" e si terrà domenica 19 giugno a Napoli, presso la chiesa di Santa Maria di Materdei, in piazzetta Materdei. L'inizio è fissato alle diciassette. 

Partecipano Duet "ELIR" (Iryna Postavska , Elena Vesna), Roksolana (quartetto vocale) e gli altri artisti indicati sul manifesto. Essere presenti significa dare concretamente un sostegno alla causa ucraina. 

Continua a leggere

Questi sono i nuovi consiglieri comunali eletti a Nocera Inferiore. Il Partito democratico è la prima forza politica del consiglio. La lista, complice anche il dato record di Giuseppe Arena che ha raccolto 1306 preferenze, ha raggiunto il 14,8% con quattro seggi in consiglio comunale: Arena, per l’appunto, seguito da Luigi Pepe, Carmen Granato e Federica Fortino. Segue a ruota Passione per Nocera, civica di area democratica, con il 13,4%, che porta in assise Antonio Alfano, Luciano Passero, Raffaele Baio e Annarita Ferrara. Tre seggi per Nocera Libera, altra civica di area Pd, con il 10,1. Si tratta di tre new entry: Alfonso Romano, Rocco Vecchione e Mariano Fasolino. Due consiglieri al Partito socialista italiano, 8,4%: Umberto Iannotti e Ferdinando Padovano. Un consigliere per Liberal, 4,2%: Fabio Ferrigno. Uno per Nocera Città Solidale, 3,9%: Renato Guerritore.

Ai 15 consig...

Continua a leggere

Nella campagna elettorale per l'elezione del sindaco di Nocera Inferiore si è visto un ritorno ai "vecchi" comizi. Sull'arte di parlare in pubblico presentiamo un intervento di Lorenzo Guarnaccia.

 

Un comizio e una diretta social non hanno niente in comune né le parole da usare, né i concetti da esporre, né i tempi né i modi per farlo. Una diretta deve rispettare tempi ristretti, usare parole e modi forti perché l’utente, per quanto interessato, se non è catturato immediatamente ha mille possibilità alternative per informarsi sullo stesso argomento o per impiegare diversamente il tempo con un clic o lo spostamento di un mouse. 

Dubito che ci sia coinvolgimento emotivo, tranne rare eccezioni, di chi la fa e men che mai di chi ascolta. In fondo non servono a questo le dirette ma a mettere il protagonista in condizioni di visibilità senza rischi e senza riscontri...

Continua a leggere