info@saleincorpo.it
Testata registrata presso il tribunale di Nocera Inferiore n.86 del 13/02/2017.
Direttore responsabile Alfonso Tramontano Guerritore / Editore Carlo Meoli. Questo sito non riceve contributi da enti pubblici.
Code & Graphic by iLab Solutions
Ultimo aggiornamento il 22/10/2019

Saleincorpo

Un'idea di Carlo Meoli

Lo potremmo chiamare il bestiario della maturità. Tommaso Rodano, sul "Fatto" di alcuni giorni fa, ha raccolto gli strafalcioni, alcuni incredibili, dei ragazzi che sostengono la prova orale. Sulla prime c'è da ridere a crepapelle. Poi si riflette. Molti di questi studenti andranno all'università in una condizione di analfabetismo. C'è poco da stare allegri. A seguire il pezzo di Rodano.

Rieccoci. Ogni anno, in questi giorni, centinaia di migliaia di ragazzi si avvicinano ai banchi della commissione d’esame con passo patibolare: è il momento della maturità. Talvolta da quelle bocche innocenti e terrorizzate escono alcune delle peggiori castronerie mai rimbalzate tra le mura di una scuola italiana. Come tradizione, abbiamo chiesto agli insegnanti di raccontarci gli errori più tragici e divertenti dei maturandi, per raccontare con un po’ di ironia lo stato dell’istruzione italiana. Senza dimenticare che sbagliamo tutti: studenti, professori, (soprattutto) giornalisti. Ridiamoci su, buona maturità a tutti.

Grandi classici. “D’Annunzio era un estetista”, ma pure “Oscar Wilde fu l’estetista per eccellenza”; “I Malavoglia vendevano lupetti”; “Pirandello scrisse Il fu Mattia Bazar”, “Mazzini e Garibaldi fecero la carbonara”; le famose “guerre intestinali tra guelfi e ghibellini”. Non c’è scampo: queste meravigliose boiate si ripetono anno dopo anno.

Gender fluid. “Interrogata su Dante, una studentessa cita il famoso canto V dell’Inferno che narra la storia di Paola e Francesco”. Non c’è dubbio che sia colpa della martellante propaganda LGBT nelle scuole italiane.

Apolidi. “Alla domanda: ‘Definisca l’area geografica in cui si trova la popolazione curda’ l’alunno, dopo lunga riflessione, risponde ‘Taiwan’”. Si sa che questi curdi stanno dappertutto e da nessuna parte.

Educazione civica. “Chi scrisse la Costituzione? I Padri Ricostituenti”. Integratori della democrazia.

Piccoli problemi di cuore. “L’entrata in guerra degli Usa nel primo conflitto mondiale è dovuta a un ‘attaccamento’ da parte della Germania”. Una questione affettiva.

Storia creativa. “La Seconda guerra mondiale inizia con l’invasione della Germania sulla Croazia”. Hitler mica si accontentava di fare la guerra con nazioni che già esistevano.

Grandi tradimenti. “Innocenzo III si proclama sicario di Cristo”. Adesso rimane solo da trovare il mandante.

Ampie vedute. “Domanda del professore: ‘Contro chi se la prese Hitler?’ e il ragazzo, prontissimo: ‘Coi froci’”. Praticamente era un piccolo Adinolfi.

Impeccabile. Domanda del professore: ‘Quando iniziò l’ascesa del nazismo?’ Lo studente: ‘Non ricordo l’anno ma so che il maggiore esponente fu Hitler’”. L’uomo copertina, insomma.

Impeccabile/2. “Chi viene eletto senatore a vita? I senatori”. A vita, magari.

Relazioni complicate. “Mary Shelley era la moglie di Frankenstein”. E poi? Divorzio breve?

Questa la so. “Alla domanda: ‘Elenchi i principali esponenti della corrente impressionista’ l’alunno esordisce con ‘Immanuel Kant’”. Illuminante.

I promessi che? “Lucia era una modella e Renzo un tramaglino”. Altro?

Complicazioni. “La donna in gravidanza rischia l’isteria”. Sarebbe la listeria (un batterio), ma si sa che in quei mesi le donne sono speso intrattabili.

Comunismi. “Il segretario del Pci era Palmiro Tognazzi”. La doppiezza del doppiatore.

Clericalismi. “Il sacerdote Don Luigi Struzzo”. La Chiesa che nasconde la testa sotto la sabbia.

Profeti. “Matteo Salvini è molto meglio di Matteo Renzi perché difende l’Italia dai barbari che arrivano soprattutto dall’Africa e dal Medio Oriente ed è dunque come Martin Luther King”. L’importanza delle idee chiare.

Ritorno al futurismo. “Filippo Tommaso Marinetti partecipa alla Rivoluzione francese nel 1922”. Stava talmente avanti che viaggiava nel tempo. E nello spazio.

Moto-tragedie. “Un’alunna racconta, commossa, il dramma della bomba atomica a Hiroshima e Kawasaki”. E poi quelle di Honda, Suzuki, Yamaha…

Eroe dei due mondi. “Chi ha scoperto l’America? Garibaldi”. Non stava mai fermo quello lì.

Manifesto della razza. “Domanda: ‘Se i nazisti erano ariani, gli ebrei erano?’ Risposta: ‘terrestri’”. Poi ci sono le creature del fuoco, quelle dell’acqua…

Autogol. “Napoleone è andato in Russia con la nave e quando è tornato ha fatto guerra alla Francia”. Si sa che era un tipo ambizioso e irritabile.

Su e giù per la via Emilia. “I Malavoglia è un romanzo di Verga ambientato ad Aci Trezza, in provincia di Bologna”. Quasi.